William e Kate cercano casa in Toscana

di Fabiana 50 views0

 Anche William e Kate cedono al fascino della Toscana, o starebbero per farlo… secondo il Quotidiano Nazionale e La Nazione la coppia reale inglese starebbe cercando una dimora da donare al loro primogenito George.

Secondo le prime indiscrezioni la coppia starebbe valutando alcune possibilità in alcune zone diverse della regione.

Sembra che siano interessati alla zona di Lucca e in particolare a Villa Orsetti, di proprietà del giornalista Alan Friedman (valore stimato circa 25 milioni di euro).

Il nome del luogo non è sconosciuto ai più visto che si parlava proprio di Villa Corsetti come meta della luna di miele della coppia nel 2011, viaggio poi annullato per impegni del principe.
Oltre alla zona di Lucca, William e Kate starebbero valutando anche la magnifica tenuta della Selva a Monteroni d’Arbia, vicino Siena anche se il proprietario Tommaso Masi de Vargas precisa ha già smentito che non esiste alcun tipo di contatto con il duca e la duchessa di Cambridge.

Certo, un minimo di discrezione dai proprietari che potrebbero essere in trattativa con i rappresentanti dei duchi sarebbe in ogni caso d’obbligo anche se resta da capire quanto la notizia possa avere un fondo di verità… Intanto il portavoce della casa reale ha già provveduto a commentare l’indiscrezione a The Local smentendo che i duchi di Cambridge non stanno assolutamente acquistando, né tanto meno cercando una casa in Toscana da regalare al figlioletto appena nato.

ROYAL BABY, SVELATI TUTTI I DETTAGLI DEL PARTO

L’indiscrezione però è stata sufficiente per mettere in moto il gossip sulla possibilità di avvistare la famiglia reale in vacanza in Toscana… intanto William e Kate si godono in tutta tranquillità le prime settimane da genitori del piccolo George.

“Spariti” pochi giorni dopo la nascita del loro primogenito, William e Kate si sono ritirati nella residenza in campagna dei Middleton (acquistata e ristrutturata appositamente) e si sono perfettamente calati nel loro nuovo ruolo tanto da occuparsi in prima persona di George facendo quasi a meno dell’aiuto altrui.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>