Emma Marrone ha bruciato i vestiti di Stefano De Martino

di Maris Matteucci 1

Secondo quanto riportato da Il Quotidiano di Lecce, Emma Marrone avrebbe bruciato tutti i vestiti dell'ex Stefano De Martino...

Stavolta Emma Marrone non sembra proprio intenzionata a perdonare l’ex Stefano De Martino dopo che lui l’ha tradita niente di meno che con Belen Rodriguez.

Secondo Il Quotidiano di Lecce che in anteprima riporta la notizia, Emma Marrone avrebbe bruciato tutti i vestiti dell’ex fidanzato facendogli poi ritrovare i pochi resti davanti alla porta della casa di Roma nella quale convivevano.


Già perché Emma Marrone e Stefano De Martino convivevano ormai da quasi un anno e secondo indiscrezioni si sarebbero pure dovuti sposare entro il 2012. La scappatella con Belen Rodriguez però ha rovinato tutto e stavolta la cantante salentina non sembra proprio intenzionata a tornare sui suoi passi.

EMMA MARRONE FA GLI AUGURI A BELEN RODRIGUEZ E STEFANO DE MARTINO

Dopo aver fatto gli auguri di lunga vita insieme all’ex fidanzato e alla sua bella, Emma Marrone ha cercato di cancellare tutti i ricordi concreti che la legavano a Stefano De Martino. Ecco perché, oltre ai vestiti, la cantante avrebbe dato fuoco a foto e ricordi vari condivisi insieme all’ex fidanzato. Chiaramente mettendo poi tutto fuori dalla porta come gesto chiaro e inconfutabile di rottura definitiva.

BELEN RODRIGUEZ E STEFANO DE MARTINO SI SONO GIA’ LASCIATI?

Si vocifera intanto che il flirt tra Stefano De Martino e Belen Rodriguez sià già finito: la showgirl argentina avrebbe infatti confidato ad alcuni amici che quella con il ballerino professionista di Amici sarebbe stata soltanto un’avventura e niente di più. Qualora lo fosse stata, Stefano De Martino si ritroverà adesso single… e con un guardaroba da rifare!

Commenti (1)

  1. ha smentito su twitter e facebook non ha dato fuoco agli abiti di de martino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>