Lele Mora rinviato a giudizio

di Cristina Baruffi Commenta

La procura di Milano ha deciso di rinviare a giudizio Lele Mora, Nicole Minetti e il direttore del Tg4.

Il processo legato al Rubygate va avanti, così dopo aver visto Emilio Fede arrampicarsi sugli specchi definendosi estraneo ad ogni accusa, la procura di Milano ha deciso di rinviare a giudizio Lele Mora, Nicole Minetti e il direttore del Tg4. Il trio delle meraviglie è stato accusato di induzione e favoreggiamento della prostituzione minorile, dopo aver interrogato decine di ragazze che hanno raccontato ciò che accadeva durante il bunga bunga e anche grazie alle intercettazioni.
Fede continua a definirsi innocente, infatti ribadisce che il numero di cellulare messo sotto controllo dalla procura è di Lele Mora, ma il procuratore capo di Milano ha risposto che sono stati fatti i dovuti accertamenti.


L’accusa sostiene che i tre hanno adescato Karima El Mahroug nel 2009 durante un concorso di bellezza a Taormina, di cui Emilio Fede era giurato. Secondo le intercettazioni, la ragazza all’ora 16enne, è stata contattata 13 volte per partecipare ad incontri che avevano come scopo prestazioni sessuali in cambio di denaro.
Dai dati emersi pare che i tre abbiano anche ingaggiato 33 ragazze da portare alle feste “eleganti” di Berlusconi, che si sarebbero esibite in balletti spinti e in giochi erotici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>