Morto Cory Monteith star di Glee

di Fabiana Commenta

L’attore trovato morto in Canada

FOX All-Star Party - Arrivals

Lutto a Hollywood: è morto Cory Monteith, star dell’amata serie tv Glee dove interpretava il ruolo del quarteback Finn Hudson.

L’attore, 31 anni, è stato trovato morto ieri pomeriggio in una stanza del Fairmont Pacific Rim Hotel di Vancouver, in Canada, dove alloggiava dallo scorso 6 luglio. A trovare il corpo è stato il personale di servizio dell’albergo.

Gli investigatori stanno ancora indagando, ma pare che sia da escludere la morte violenta: secondo le prime ricostruzioni l’attore ieri sera era uscito con altre persone, poi sarebbe tornato solo in albergo alla prime ore del mattino come dimostrano anche le registrazioni dei circuiti di sicurezza. L’autopsia del coroner è prevista per la giornata di lunedì.

E in effetti sembra che Corey su sarebbe trovato solo al momento del decesso e purtroppo il pensiero corre immediatamente ai problemi di droga dell’attore. Lo scorso aprile Corey Monteith era entrato volontariamente in rehab per tentare di liberarsi (di nuovo) dalle sue dipendenze e dopo aver completato il ciclo di cure era stato dimesso.

Ad aspettarlo c’è sempre stata la sua fidanzata nonché collega di Glee, la bella Lea Michele che gli è sempre rimasta accanto anche nei momenti più difficili della loro relazione. Dopo l’uscita dal centro di disintossicazione la coppia si era concessa una vacanza prima di mostrarsi per la loro prima uscita pubblica dopo la riabilitazione. La coppia si frequentava dal 2010 nonostante la loro relazione sia sempre stata burrascosa proprio a causa dei problemi dell’attore.

Non era neppure la prima volta che l’attore finiva in un centro di disintossicazione: già dieci anni fa Corey era stato ricoverato per curare l’abuso di alcol e sostanze stupefacenti che l’aveva accompagnato durante le sua adolescenza. Per sua stessa ammissione i suoi problemi erano cominciati quando aveva appena 11 anni.

Poco dopo, l’ingresso nel dorato mondo di Hollywood ha peggiorato la sua situazione e l’ha fatto di nuovo cadere nel baratro, ma stavolta definitivamente.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>