Demi Moore si sente inadeguata dopo la rottura con Ashton Kutcher

di Maris Matteucci Commenta

Demi Moore sta attraversando un momento difficile dopo la fine del suo matrimonio

Per un momento il rancore ha lasciato posto ai sentimenti buoni. E così Demi Moore, dopo settimane in cui ha schiumato rabbia verso l’ex baby marito Ashton Kutcher, si racconta a cuore aperto in una intervista rilasciata a Harper’s Bazaar.

E per la prima volta racconta le conseguenze che la fine del suo matrimonio (il secondo, dopo quello con Bruce Willis) hanno avuto su di lei.


Demi Moore si sente inadeguata e incapace di essere amata: “Evidentemente c’è qualcosa di sbagliato in me“, dice e il riferimento è al fatto che non è stata capace di mantenere solidi i suoi precedenti matrimoni. L’attrice fa dunque autocritica e afferma che a volte ha pensato persino di non meritare l’amore di un uomo.

DEMI MOORE VUOLE I SOLDI DI ASHTON KUTCHER

Nonostante la vicinanza degli amici – che in questo difficile periodo le stanno accanto per dimostrarle tutto il loro appoggio – Demi Moore ha il terrore di sentirsi sola. Anche se nelle ultime settimane le cose stanno leggermente migliorando, pur se con fatica: “Prima ero terrorizzata all’idea di essere abbandonata, poi una persona mi ha fatto notare che solo i bambini purtroppo possono essere abbandonati. Gli adulti invece hanno sempre una alternativa“.

E così, riflettendo sul consiglio della persona amica, l’attrice cinquantenne si è rimboccata le maniche per cercare di ritrovare nuovi stimoli. “L’unica cosa che mi ha fatto reagire in questi mesi difficili – confida – è l’amore per me stessa“. Ashton kutcher però non deve abbassare la guardia: la ex moglie è ancora convinta di voler pubblicare la sua biografia dove saranno svelati anche i particolari del rapporto con l’ex baby marito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>