Morgan è un padre indegno secondo Asia Argento

di Marina Pellegrino Commenta

Guai e Morgan sembrano un binomio indissolubile. O semplicemente per il musicista milanese non è periodo. Avrà Saturno contro. Anzi..

Guai e Morgan sembrano un binomio indissolubile. O semplicemente per il musicista milanese non è periodo. Avrà Saturno contro. Anzi, ha Asia Argento contro.

La sua ex compagna ha presentato ricorso al Tribunale dei minori di Roma per chiedere la decadenza della patria potestà parentale – provvedimento raro che colpisce il padre o la madre per colpe gravissime – sulla figlia Anna Lou nata dalla loro relazione nel 2001.


Oggi Marco Castoldi, in arte Morgan, non si è presentato in aula – i suoi legali hanno spiegato che è ancora convalescente a causa dell’operazione subita alle corde vocali, affaticate anche dopo la partecipazione del cantante al programma di Michele Santoro “Rai per Una Notte” – così è stato tutto rimandato al prossimo 29 aprile.

Per Asia Argento, che adesso è felicemente sposata con il regista Michele Civetta ed è madre di un altro bambino, il padre di sua figlia sarebbe completamente inadeguato a svolgere il ruolo di genitore (a quanto pare Morgan non vede la figlia quasi mai e non risponderebbe nemmeno alle telefonate e alle mail di Asia per concordare appuntamenti scolastici, vacanze o sport), anzi, potrebbe avere un’influenza negativa sulla crescita serena di Anna Lou che adesso ha solo 9 anni.

Sotto accusa la recente intervista rilasciata da Morgan al mensile Max “in cui può ravvisarsi una vera e propria apologia del crack e della cocaina”, dice la figlia del maestro dell’horror Dario Argento, ma non solo. In casa di Morgan e, più precisamente, nella stanza della bambina, vivrebbe un suo giovane amico musicista e le foto di Anna Lou sono esposte accanto al V Canto su pergamena della Divina Commedia, quello dedicato ai viziosi e ai lussuriosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>