Salma Hayek rischia di cadere

di Fabiana Commenta

L’attrice che indossa sempre scarpe dal tacco vertiginoso, è stata soccorsa da Antonio Banderas

L’attrice Salma Hayek indossa sempre scarpe con il tacco vertiginoso.

Non fa eccezione neppure stavolta quando, uscendo dall’Hotel George V a Parigi ha rischiato una brutta caduta.

Gonna, maglietta rossa e scarpe con il tacco vertiginoso, la bella Salma ha perso l’equilibrio rasentando il pavimento, ma è riuscita a mantenersi in piedi, salvata dal prode Antonio Banderas.

I due attori infatti sono i protagonisti della pellicola “Il gatto con gli stivali”, spin off della serie Shrek, e si trovavano a Parigi per promozione.
Banderas ha sfoggiato riflessi pronti, ha sorretto la collega da vero gentleman e poi è rientrato.

Salma stava uscendo dall’hotel quando un gradino le è stato quasi fatale e un tacco si è quasi impigliato e la caviglia ha rovinosamente ceduto. Al momento dell’incidente l’attrice teneva per mano la piccola, Valentina, la figlia di tre anni avuta con Francois Henry Pinault.

Dopo essere stata soccorsa da Banderas, l’attrice ha fatto come se nulla fosse, sorridendo ai fotografi. Di certo questo piccolo incidente non farà ceto desisterla dall’indossare trampoli altissimi, la sua vera passione.

[Foto] Salma Hayek

Ospite allo stesso David Letterman Show, l’attrice ha candidamente ammesso la sua dipendenza dalle scarpe con il tacco alto dichiarando di essere consapevole di essere una donna messicana bassa, che senza l’invenzione dei tacchi, si ritroverebbe probabilmente cicciona e con dieci figli.

Classe 1966, Salma ha conosciuto Pinault nel 2006 e nel 2007 la coppia ha avuto una bambina per poi sposarsi con una doppia cerimonia nel 2009, il 14 febbraio a Parigi e il 25 settembre a Venezia. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>