Silvia Rocca accusa la sorella Stefania di snobbarla

di Fabiana Commenta

La modella giornalista rivela che la sorella ha smesso improvvisamente di parlarle da oltre un anno perché si vergogna di lei

Silvia Rocca vuota il sacco e rivela tutti gli scheletri nell’armadio che ci sono nella sua famiglia a cominciare dal rapporto con la sorella, l’attrice Stefania.
Intervistata da DiPiù Silvia rivela che la sorella non le parla praticamente da quasi un anno: si fa negare al telefono, lo spegne, fa rispondere qualcun altro al suo posto.

Quel che è certo è che Stefania voglia cancellare la scomoda sorella Silvia (la bionda che leggeva il telegiornale nuda tanto per intenderci) dalla sua vita anche se Silvia non se ne riesce a capacitare.

Quel che sa è che la sorella è molto cambiata da quando ha cominciato la relazione con il suo attuale compagno, il presidente di Costume National, Carlo Capasa (la coppia ha due figli).

Nonostante Silvia difenda Capasa che l’ha sempre trattata con rispetto, la sorella Stefania ha subito nel corso degli anni un lento e inesorabile cambiamento che l’ha portata a ignorare la sorella.

SILVIA ROCCA TRASGRESSIVA

Silvia racconta che negli anni passati, quando è stata ospite (poche volte) dell’attrice a Milano, ha sempre pensato che Stefania si fosse “montata la testa” e avesse cominciato a vivere una vita da aristocratica che non le apparteneva, snobbandola in ogni occasione.

Per apparire migliore, Stefania non ha esitato a sacrificare il rapporto con la sorella, ma il consiglio accorato di Silvia è di non dimenticare mai le proprie (“umili” come ci tiene a ribadire) radici.

Nonostante tutto Silvia sa di essere una sorella “scomoda”, ma non molla e spera di poter riabbracciare la sorella recuperando un vero rapporto. L’appello di riappacificazione è stato lanciato: ora spetta a Stefania fare la mossa successiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>