Luisa Corna nega la relazione con Umberto Bossi

di Fabiana Commenta

La showgirl, intervistata da Federica Panicucci, smentisce per la prima volta la presunta relazione con il leader della Lega

Luisa Corna parla per la prima volta del pettegolezzo che continua a perseguitarla ormai da diversi anni. Ospite negli studi di Domenica Cinque, condotta da Federica Panicucci, la showgirl è stata intervistata sulle sua vita amorosa.

Legata per oltre dieci anni ad Aldo Serena, Luisa ha lasciato trapelare nei confronti dell’ex calciatore parole di affetto e ha raccontato anche la sua relazione con il cantautore romano Alex Britti. Poi, è arrivata l’inevitabile domanda sui pettegolezzi che da diversi anni riguardano Luisa Corna.

Questa volta la cantante non si è sottratta alla domanda e ha deciso di rispondere rilasciando per la prima volta davanti alle telecamere una dichiarazione relativa alla sua presunta relazione con il leader della lega, Umberto Bossi. Sono anni, dal 2004, che girano insistenti voci sulla presunta relazione fra Bossi e Luisa Corna che sarebbe stata addirittura la causa del suo problema di salute.

Luisa spiega che ha sempre cercato di evitare di parlare del pettegolezzo perché si tratta di una menzogna e ribadisce che per lei la “reputazione è una cosa che ha valore”.


LUISA CORNA PARLA DEL PETTEGOLEZZO CHE L’HA ROVINATA

Durante l’intervista la showgirl spiega anche che si è allontanata dalla televisione all’apice del successo, a causa della scomparsa del padre che è andata a coincidere con lo stesso periodo in cui Bossi ha avuto l’ictus, scatenando non poche chiacchiere.

Ma a nulla sembra essere servito il suo deciso no comment durato diversi anni.

Solo pochi mesi fa, Luisa Corna aveva rilasciato, per la prima volta, una dichiarazione in merito alla sua presunta relazione con Bossi, negando ogni tipo di legame con lui e continuando a difendere la propria dignità, accusando la cattiveria diffusa soprattutto nel mondo dello spettacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>