Lady Gaga è stata bulimica

di Maris Matteucci Commenta

La cantante Lady Gaga ha ammesso di avere sofferto di bulimia quando era più giovane

Lady Gaga rivela di avere sofferto di bulimia. Lo ammette alla Young Women Conference della Brentwood School di Los Angeles alla quale era stata invitata per parlare agli adolescenti di una delle fasi in assoluto più delicate della vita di una persona.

E alla domanda di una ragazzina su come facesse ad essere sempre così sicura del suo corpo, Lady Germanotta ha risposto con grande franchezza facendo capire che non è tutto oro quel che luccica e affermando di avere sofferto in passato di problemi legati all’alimentazione.


E’ la Lady Gaga che non ti aspetti. Sempre così sicura sul palco, spesso ai limiti del “politicamente corretto”, risulta difficile pensare che la ventiseienne italo-americano abbia sofferto di problemi così importanti legati al suo corpo. La cantante racconta di aver cominciato a soffrire di bulimia al liceo quando era ossessionata dall’idea di voler diventare una ballerina di quelle pelle e ossa. Così, visto che il papà la costringeva tutti i giorni a mangiare spaghetti e polpette di carne, andava in bagno e vomitava.

LADY GAGA PRATICA RITI SATANICI

Era quello il suo modo per cercare di dimagrire ma ben presto anche la voce stava cominciando a peggiorare. E’ stato a quel punto che le è scattato qualcosa dentro:Se volevo continuare a cantare dovevo smettere immediatamente di farmi del male“, ha dichiarato agli studenti della Brentwood School. Lanciando loro un messaggio importante: “Fermatevi finché siete in tempo, le diete drastiche fanno malissimo“.

FOTO SEXY LADY GAGA (A LONDRA)

Poi Lady Gaga aggiunge un particolare importante sui videoclip che la vedono protagonista sempre in splendida forma: “Ogni video è ritoccato, ti fanno sembrare perfetta. Ma non è la vita vera...”.

foto LaPresse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>