Intervista a Giovanni Conversano

di Cristina Baruffi Commenta

Abbiamo appena intervistato il bellissimo Giovanni Conversano accusato dal Presidente della Pro Loco di Avetrana, di essersi fatto pubblicità sfruttando la tragedia della piccola Sarah.

Abbiamo appena intervistato il bellissimo Giovanni Conversano, travolto dalle polemiche dopo essere stato scelto come testimonial per la promozione del calendario benefico, a favore della fondazione dedicata alla piccola Sarah Scazzi.
Conversano è subito sulla difensiva, dichiarando di essere stato coinvolto nella spiacevole vicenda suo malgrado e per motivi politici, precisando che il sindaco di Avetrana e il presidente della Pro Loco del paese hanno usato la circostanza per farsi pubblicità, in vista delle imminenti elezioni.
Il ragazzo tende a sottolineare più volte, nel corso dell’intervista che è stato chiamato prima dall’associazione animalista, “Chi ci ama ci segua”, per la realizzazione delle foto e poi dallo stesso sindaco di Avetrana per presenziare all’evento tenutosi ieri presso L’oratorio del paese.


Conversano dice di aver chiesto un confronto diretto con il signor Emanuele Micelli ma di non aver ottenuto risconti, perché il Presidente dell’associazione non ha avuto il coraggio di presentarsi.
Giovanni è un fiume in piena quando parla della vicende mediatica e riferisce di aver prestato la sua immagine gratuitamente e per una causa fortemente voluta dal fratello di Sarah e dall’intera famiglia Scazzi.
Vista la circostanza smorziamo i toni della conversazione chiedendo al ragazzo di parlarci di lavoro, Giovanni ci racconta dell’esperienza che sta vivendo come attore comico al Saturday Night Show, confidandoci di essersi preparato con l’attore Ugo Conti.
Cerchiamo di virare la conversazione parlando di sentimenti, Conversano non vuole parlare di Serena Enardu, nascondendosi dietro a un secco “preferisco guardare al futuro“, confessando di non essere fidanzato ma di avere una persona nel cuore.
Concludiamo l’intervista parlando di politica e di spettacolo, la risposta è una sola, Giovanni è molto schietto, sostiene che le persone cercano sempre di fare i propri interessi e di non avere amicizie nello showbiz perchè “sei amico quando servi e sei solo quando sei tu ad avere bisogno di qualcosa“, parole pesanti che ci fanno intuire che il bel Conversano probabilmente deve aver preso qualche delusione in passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>