Karina Cascella racconta di quando il padre la picchiava

di Maris Matteucci Commenta

Karina Cascella si è raccontata oggi in una intervista a Pomeriggio 5

Karina Cascella è stata ospite questo pomeriggio della trasmissione di Barbara D’Urso Pomeriggio 5.

In una intervista piuttosto lunga la napoletana ha raccontato della sua vita: la sua infanzia difficile, il padre che la picchiava, il suo rapporto fallito con Salvatore Angelucci dal quale ha avuto anche una bambina, Ginevra.


Anche noi di spettegola qualche settimana fa vi avevamo dato la notizia della crisi tra Karina Cascella e Salvatore Angelucci. Oggi pomeriggio la mamma di Ginevra ha raccontato di sentirsi molto in colpa verso il compagno perché dopo il parto è diventata molto possessiva rispetto alla figlioletta.

A Barbara D’Urso la Cascella racconta che il suo senso di protezione verso Ginevra deriva dalla sua infanzia difficile: suo padre picchiava lei e le sue sorelle molto spesso e per questo motivo lei ha sempre avuto una sorta di terrore della figura paterna. Così, sbagliando – dice lei – anche verso sua figlia ha cercato di adottare lo stesso meccanismo di protezione: con il risultato che il rapporto tra lei e il compagno Salvatore si è piano piano logorato.

KARINA CASCELLA RIMANDA IL MATRIMONIO

La ex opinionista di Uomini e donne si è dichiarata ancora molto innamorata del compagno con il quale tutt’ora convive: ma è una situazione al limite del paradossale perché attualmente ognuno sta facendo la sua vita pur abitando sotto lo stesso tetto.

La napoletana si augura di poter recuperare il rapporto con il compagno e per questo, probabilmente, ha rilasciato questa intervista. Una intervista piuttosto profonda nella quale la Cascella si è messa in discussione dichiarandosi pronta a riconoscere i suoi sbagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>