Lea Veggetti – Terry Schiavo: ecco la vicenda della denuncia

di Redazione Commenta

Tutto mi ricordo è cominciato per un motivo alquanto futile, la Veggetti aveva un appuntamento con la mia ex fidanzata per passare una serata assieme..

Settimana scorsa abbiamo avuto modo di trattare una notizia su una presunta querela da parte di Terry Schiavo nei confronti di Lea Veggetti, la donna arrestata nei giorni scorsi in compagnia del fidanzato Marco Mazzanti del Grande Fratello 9.

In queste ore abbiamo avuto modo di fare una chiacchierata con Alex Fiumara, il famoso paparazzo che ha saputo smascherare la tresca amorosa di Eddy Martens, fidanzato di Antonella Clerici e la cellulite di Valeria Marini, nonchè ex fidanzato di Terry Schiavo. Ecco cosa ci ha raccontato:


Il fatto che Lea Veggetti e e Marco Mazzanti siano stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e indagati per ingiurie a sfondo razziale non mi sorprende per niente: infatti, tra gli addetti ai lavori del mio settore (io sono un paparazzo) è circostanza ben nota che Lea Veggetti abbia un carattere molto difficile.

Per esempio, mi è perfettamente noto che Terry Schiavo, la mia ex fidanzata, si è trovata costretta a querelare Lea Veggetti per mettere fine ad una serie interminabile di “condotte diffamatorie” che questa ha perpetrato in suo danno.
Tutto, mi ricordo, è cominciato per un motivo alquanto futile: la Veggetti aveva un appuntamento con la mia ex fidanzata per passare una serata insieme, ed erano rimaste d’accordo che Lea sarebbe passata a prendere Terry a casa per una data ora, Lea, però, non si presentava all’appuntamento e inventava un non meglio precisato incidente stradale che aveva bloccato l’intera autostrada.

In pochi minuti, io e la mia ex apprendevamo che, in realtà, non si era verificato alcun incidente e che il traffico era assolutamente regolare.

Messa di fronte alla realtà, Lea Veggetti ha cominciato a denigrare e insultare sia me che la mia ex fidanzata (via telefono e via sms).

A partire da quale momento, Lea Veggetti ha iniziato una vera e propria campagna di diffamazione nei confronti della mia ex fidanzata descrivendola in modo negativo presso persone a lei vicine sia a livello personale, sia a livello professionale.
Tale condotta ha avuto ripercussioni negative sul lavoro di Terry Schiavo che, guarda caso, perde delle collaborazioni e vede seriamente compromessi alcuni lavori che stavamo seguendo insieme (lei è una giornalista regolarmente iscritta all’albo professionale di Milano e io, come già detto, sono un fotografo di gossip).
Inutili i tentativi di far ragionare Lea Veggetti: le avevo chiesto gentilmente di ragionare e di smetterla ma la Veggetti ha risposto con una serie di insulti molto offensivi, a sfondo razziale, ritengo non dissimili a quelli proferiti nei confronti del custode filippino dell’albergo milanese.

Sempre in relazione al carattere della Veggetti, posso riferire che un mese fa circa l’ho incontrata per puro caso sulle spiagge di Milano Marittima dove, infastidita dalla mia presenza perchè fidanzato con Terry Schiavo (ndr lei non sapeva che tra di loro la storia fosse finita), ha iniziato ad apostrofarmi con una brutta serie di insulti (“questo pezzo di m***a non lo poso vedere”).

Sottolineo che io e i colleghi con cui ero stavamo fotografando altri vip e non lei.
Per quanto attiene ai fatti che hanno portato all’arresto, ovviamente non posso pronunciarmi, mi permetto solo di affermare che trovo folle aggredire morsicando addirittura un agente della Polizia di Stato e apostrofare il personale dell’albergo con insulti razzisti semplicemente perché stava facendo il suo dovere.

E’ proprio vero: il successo, specie quando è poco meritato, può fare brutti danni.
Mi dispiace molto per Marco Mazzanti, persona che ho conosciuto personalmente e che trovo molto in gamba, educata, rispettosa e sempre gentile con tutti: credo che anche lui sia una vittima indiretta del carattere di Lea Veggetti e dei sentimenti che lo legano a lei.
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>