Massimo bestemmia al Grande Fratello 10

di Marina Pellegrino Commenta

Ecco che ci risiamo. Al Grande Fratello spunta di nuovo una bestemmia. Il blasfemo di questa decima edizione è Massimo Scattarella..

Ecco che ci risiamo. Al Grande Fratello spunta di nuovo una bestemmia. Il blasfemo di questa decima edizione (perché, a conti fatti, ce n’è uno in quasi tutte le edizioni) è Massimo Scattarella, soprannominato dai suoi coinquilini – non facciamo fatica a capire il perché – “Pitbull”.

Il 34enne barese stava chiacchierando tranquillamente sul divano con Veronica quando gli è uscita di bocca un’espressione abbastanza forte e per la quale ha immediatamente chiesto scusa (mentre Veronica se la rideva di gusto, lui si tappava la bocca sgranando persino gli occhi).


C’è da ricordare che, il mese scorso, lo stesso Massimo era stato richiamato all’ordine dal GF per aver avuto una reazione violenta in seguito ad una lite con un altro inquilino, Mauro. Quale sorte avrà in serbo il destino per Pit il pentito? Rischia l’espulsione dalla casa, che potrebbe arrivare in diretta nella puntata del prossimo lunedì, così come era stato per il livornese Guido Genovesi, oppure la se la caverà con qualche punizione stile tugurio?

Staremo a vedere. Intanto in quest’edizione il Grande Fratello ha già perdonato parecchi gesti, tra questi i due schiaffi della playmate Sarah a Mauro e le volgarità di quest’ultimo nei confronti di Veronica prima e di Carmela poi. Il “crudele” Mauro, inoltre, mandando in nomination, l’una contro l’altra, le due amiche Sarah e Veronica, ha scatenato l’ira funesta della coniglietta, disperata perché una delle due certamente uscirà.

I più maliziosi, in rete, pensano che gli autori del GF potranno stravolgere completamente la situazione puntando sull’espulsione di Massimo “Pitbull” per la bestemmia e lasciando unite Sarah e Veronica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>