Paris Hilton, non sono viziata e mi sono fatta da sola

di Maris Matteucci Commenta

Paris Hilton, non sono viziata e mi sono fatta da sola

paris hilton

Paris Hilton non ci sta ad essere definita una donna viziata: in realtà non fa nemmeno niente per evitare di essere etichettata così, ad ogni modo la bella ereditiera ci tiene a precisare che tutto quello che ha è frutto del suo lavoro e non del suo cognome.

In una intervista rilasciata al Sunday Times, Paris Hilton spiega di ritenersi a tutti gli effetti una imprenditrice.


D’altronde ha una quarantina di negozi sparsi in giro per il mondo e sta per lanciare il suo sedicesimo profumo. Insomma l’intraprendenza non le manca, come lei stessa sottolinea: “Tutti pensano che siccome mi chiamo Hilton tutto mi sia stato regalato e che io non abbia mai lavorato in vita mia e sia una ragazza viziata. Tutto il contrario, sono una ragazza con i piedi a terra e tutto quello che ho me lo sono costruita da sola senza l’aiuto di nessuno“. Sarà, fatto sta che il fatto di portare un cognome pesante come il suo qualcosa l’avrà significato.

PARIS HILTON ANCORA UBRIACA E SENZA SLIP

Lavoro a parte, Paris Hilton è da una decina di anni ormai perennemente al centro della cronaca rosa e di certo non per i suoi guizzi imprenditoriali: la 32enne è una che non si fa mancare niente e che non disdegna la vita mondana, motivo per cui i paparazzi le stanno perennemente alle calcagna e lei ne è anche felice. Di una cosa ultimamente è preoccupata: delle visite troppo frequenti dei ladri che negli ultimi anni per ben sei volte si sono introdotti nella sua villa portandole via qualsiasi cosa. Per questo motivo Paris Hilton ha deciso di correre ai ripari: ha introdotto sistemi di allarme laser assicurandosi anche una sorveglianza 24 ore su 24: “Spero almeno adesso di essere al sicuro”, ha detto.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>