Maria De Filippi rincuora Emma Marrone durante Amici 11

di Maris Matteucci Commenta

Maria De Filippi, ieri sera, ha cercato di rincuorare Emma Marrone...

L’ha vista crescere dentro lo studio di Amici e ieri sera, quando l’ha vista con gli occhi lucidi davanti alla giuria, non ha potuto evitare di rincuorarla con un forte abbraccio ed un bacio affettuoso sulla guancia. Maria De Filippi ha cercato di “proteggere” così la sua Emma Marrone, protagonista ieri sera di una maratona decisamente difficile.

La cantante salentina si è esibita sul palco con la solita grinta che la contraddistingue, ma la sua testa era un turbine di pensieri: come quello che dietro le quinte il suo (ex) fidanzato Stefano De Martino e la ballerina improvvisata Belen Rodriguez se la stavano spassando insieme.


La notizia dell’ennesimo tradimento del fidanzato (che già l’anno scorso era caduto nello stesso errore con la ballerina Giulia Pauselli) ha tramortito Emma Marrone che però, nonostante tutto, ha affrontato il palco a testa alta, convinta di essere nel giusto. Ed infatti il pubblico l’ha sostenuta dall’inizio alla fine con lunghi applausi mentre per Belen Rodriguez e Stefano De Martino ci sono stati solamente fischi.

BELEN RODRIGUEZ FISCHIATA AD AMICI 11

Maria De Filippi ha cercato di fare parlare Emma Marrone meno possibile perché – oltre agli occhi lucidi – la salentina aveva anche la voce tremolante. Ma quando Maria De Filippi le ha chiesto come stesse – in riferimento però alla gara nella quale aveva deciso di sfidare l’amico fidato Pierdavide Carone – Emma Marrone ha risposto con un “sto di m**”. E’ stato lì allora che la presentatrice di Amici l’ha sostenuta, come una mamma fa con una figlia. D’altronde la vincitrice di Sanremo ha sempre detto che per lei, Maria De Filippi, è come una seconda mamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>