Mara Adriani attacca l’ex fidanzato Alberto Baiocco e difende Giorgio Alfieri

di Maris Matteucci Commenta

Mara Adriani attacca l'ex fidanzato Alberto Baiocco, lasciato qualche mese fa dopo due anni e mezzo d'amore

Scoppia la lite a distanza tra i due ex gieffini Mara Adriani e Alberto Baiocco. Dopo le dichiarazioni di questa estate da parte di lui, seguite alla rottura con Mara, ecco che la romana esce allo scoperto e dice la sua in merito all’ex fidanzato.


Torniamo indietro di qualche mese. Mara Adriani, dopo due anni e mezzo, lascia per telefono il fidanzato Alberto Baiocco, conosciuto nella casa del Grande Fratello. Poi, dopo qualche settimana, la 24enne viene avvistate mentre si scambia tenere effusioni con l’ex tronista Giorgio Alfieri. Baci e carezze che non vanno giù all’addolorato Alberto Baiocco che riserva alla sue ex parole non proprio comprensive. Mara Adriani non interviene sulla questione e continua la sua relazione con Alfieri, ma poi Alfieri la lascia etichettandola come una avventura estiva. Lei non si scompone ed anzi, adesso che le acque si sono calmate, torna sulla vicenda attaccanto l’ex fidanzato e difendendo in parte Giorgio Alfieri. La romana dice che l’ex non ha mai condiviso il suo modo di vedere la vita e di divertirsi mentre lei a 24 anni ha tutto l’entusiasmo e la voglia di fare tipica delle ragazze della sua età. Adesso che si sono lasciati però Mara dice di aver visto molte foto che ritraggono Alberto Baiocco in discoteca e nei locali che lui ha sempre criticato. Evidentemente, dice Mara, quando stava con lei recitava! Mentre per quanto riguarda Giorgio Alfieri la Adriani non sembra essersela presa troppo per essere stata etichettata come l’ennesima avventura: anche lei ammette che con l’ex tronista ha passato un mese divertente ma niente di più. Contenta lei!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>