Belen Rodriguez spiega la scelta del vestito con lo spacco vertiginoso

di Maris Matteucci Commenta

La showgirl argentina era consapevole che la scelta del suo abito avrebbe provocato molto chiacchiericcio

E’ stato il tormentone della seconda serata di Sanremo: “Belen Rodriguez indossava o meno gli slip sotto quel vestito fantastico dotato di spacco vertiginoso?“. Il mistero, dopo una giornata intera di supposizioni, è stato svelato: la showgirl argentina indossava il C- string, un indumento intimo molto usato dalle spogliarelliste che copre solo il necessario e conferisce l’effetto vedo-non vedo.

Fatto sta che nella giornata di ieri il video di belen Rodriguez che scendeva le scale dell’Ariston facendo intravedere il suo taguaggio-farfallina sull’inguine ha fatto il giro del web. Lei, intervenendo su Repubblica, spiega perché ha deciso di indossare quell’abito, consapevole che quella scelta avrebbe generato molte critiche.


La compagna di Fabrizio Corona (che in occasione della seconda serata del Festival di Sanremo era nei camerini per supportare l’argentina) dice di avere accettato di indossare quell’abito multicolor firmato da Fausto Puglisi, stilista di Madonna, perché nonostante lo spacco vertiginoso si sentiva comunque a suo agio. Anche se, scendendo le scale in diretta, si era accorta che la scelta era in effetti un po’ hard: “Comunque era tutto in regola“, dice Belen Rodriguez. Che poi continua a spiegare i motivi di quella scelta aggrappandosi al fatto che si reputa la donna delle provocazioni, quella a cui piacciono i contrasti.

BELEN RODRIGUEZ MOSTRA IL SENO AL FESTIVAL DI SANREMO

Così, se per la prima sera sull’Ariston si era presentata con uno splendido abito nero lungo fino ai piedi e capelli raccolti stile principessa, per la seconda ha oprato per qualcosa di decisamente più trasparente. “Mi sono divertita a fare l’ammaliatrice“, ha detto. E senza dubbio ci è riuscita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>