La coca non era di Paris Hilton

di Redazione Commenta

Paris Hilton infatti dopo una serata in un locale stava per tornare a casa quando la polizia l'ha fermata per un controllo..

Paris Hilton ubriaca a Saint Tropez

E’ così che Paris Hilton proverà a difendersi dalle accuse di detenzione di cocaina che l’hanno portata all’arresto solo due sere fa per poi essere rilasciata alle 2 e 30 del mattino dopo il pagamento di una cauzione.

Paris Hilton infatti dopo una serata in un locale stava per tornare a casa quando la polizia l’ha fermata per un controllo.



Nella borsetta presente nella macchina la polizia ha trovato della polverina bianca rivelatasi poi cocaina dopo un test in laboratorio. Paris Hilton ha nominato come avvocato David Chesnoff molto conosciuto nella zona di Los Angeles il quale cercherà di provare che l’unica borsetta presente nell’auto al momento dell’arresto non era in realtà di Paris Hilton, ma di un’altra ragazza.

Secondo la tesi della Hilton, all’uscita del locale si è verificato uno scambio di borsetta involontario. Ora la polizia dovrà chiarire, grazie anche alle telecamere di videosorveglianza, se Paris dice la verità. La stessa tesi è già stata utilizzata da Paris qualche settimana fa in Sudafrica quando, anche in quella occasione, è stata ritrovata dalla polizia qualche grammo di cannabis. E’ proprio disattenta Paris….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>