Max Biaggi non parla con sua madre

di Nadine Chiara Manzoni 2

Anni dopo la separazione, Max ormai cresciuto e diventato famoso del mondo motociclismo, rifiutò di ripristinare qualsiasi..

Max Biaggi

Il motociclista quattro volte campione del mondo Max Biaggi, si confida in un’intervista, parlando del suo rapporto particolare, o meglio del rapporto inesistente con la madre. Max racconta che dopo la separazione tra i suoi genitori,avvenuta all’età di tredici anni, si sarebbe maggiormente legato al padre, distaccandosi del tutto dalla madre.

Il desiderio di instaurare un rapporto con la madre è così sempre venuto meno, a causa di un disinteresse materno da sempre avvertito da Max. Al momento della separazione, Max ricorda la freddezza con cui la madre decise di abbandonare la casa, i figli Massimiliano e Vanessa e il marito Pietro; questo ricordo è rimasto sempre vivo nel cuore del motociclista romano.

Nonostante tutto il giudice assegnò la custodia del figli alla madre , che dopo pochi giorni fece entrare in casa il suo nuovo compagno, presentandolo ai figli come un nuovo padre. A quel punto Max e la sorella fuggirono tornando in casa dal padre.



Anni dopo la separazione, Max ormai cresciuto e diventato famoso del mondo motociclismo, rifiutò di ripristinare qualsiasi rapporto con la madre, che aveva chiesto pubblicamente al figlio di tentare assieme di recuperare il rapporto, di tornare almeno a parlarsi. Certi errori per Max sono imperdonabili, e portano delle ferite che non possono essere rimarginate. Il dolore e la rabbia però, hanno spinto Max a dare sempre il meglio di sé, con risultati davvero eccezionali.

Nadine

Commenti (2)

  1. Io da sportivo e appassionato di moto gp dico grazie…grazie alla mamma per aver dato alla luce un vero campione italiano e grazie al padre per averlo cresciuto. Go Max…GO!!!

  2. secondo me è il più grande di tutti i tempi…

    nessuno sa guidare come lui… PERFETTO!

    Vai CORSARO!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>