Luca Risso, identikit del papà di Sofia Aida, figlia di Ruby rubacuori

di Fabiana Commenta

Imprenditore e amministratore di due noti locali genovesi, l’attuale compagno di Ruby è stato anche indagato per pornografia minorile

Karima El Mahroug, meglio conosciuta come Ruby Rubacuori e Luca Risso sono diventati da pochi giorni genitori della piccola Sofia Aida.

E dopo le false notizie e i depistaggi sulla nascita della piccola, adesso Luca, può tranquillamente rilasciare interviste sbandierando la felicità di essere genitore e sperando che la bimba abbia la bellezza della mamma e il cervello di papà.

Ma chi è davvero Ma chi è Luca Risso?

Salito agli onori, si fa per dire della cronaca, nel RubyGate (lo scandalo che ha coinvolto l’ex premier Silvio Berlusconi con l’allora minorenne Ruby spacciata come nipote di Mubarak) Risso, 41 anni, è l’attuale compagno di Ruby, 19 anni.

E dopo lo scandalo Ruby avrebbe trovato il vero amore proprio con Risso: i due che convivono avevano anche annunciato le nozze.

Risso, che ha un passato nella Guardia di Finanza, si è trasformato rapidamente in altro: imprenditore e amministratore unico delle due società che gestiscono l’Albikokka (risto-disco-bar con terrazza a Quarto dei Mille) e il Fellini, stesso tipo di locale, ma nel cuore di Genova. Locali frequentati da gente ricca ed è proprio lì che Risso ha conosciuto Ruby.

Spunta video proibito di Ruby

Visto che svolgeva anche il ruolo di pr nei suoi locali, suo compito era anche quello di notare le belle ragazze per ingaggiarle. Conosce Ruby che gli dice di saper fare la danza del ventre e lui vorrebbe assumerla: non può perché la ragazza è senza documenti.

E durante le indagini, nel quale finisce coinvolto anche Risso, lui ha sempre dichiarato alla procura di essere certo che Ruby avesse 23 anni (quando invece era ancora minorenne). Insomma Risso ha cominciato ad aiutare la ragazza, ma dichiara di essere venuto a conoscenza della sua vera età solo nell’ottobre del 2010 quando è scoppiato lo scandalo.

Intanto però viene indagato con l’ipotesi di reato di pornografia minorile e rischia una pena da 6 a 12 anni a causa di foto e video compromettenti realizzati quando Ruby era minorenne e che le indagini hanno portato alla luce.

Ora pare che Risso abbia venduto le quote del locale Albikokka e che voglia uscire dal giro per ritirarsi a vita tranquilla.

Sarà vero? Intanto Luca si gode le prime gioie della paternità e rivela il piccolo giallo sul nome della bimba che si chiama non Giulia, come trapelato all’inizio, ma Sofia Aida per venire incontro ai gusti diversi dei genitori: Sofia, era il nome preferito di Risso, Aida della mamma. In questo modo la piccola potrà scegliere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>