Ambra Angiolini: basta parlare di crisi con Francesco Renga

di Maris Matteucci Commenta

Ambra Angiolini: basta parlare di crisi con Francesco Renga

Le voci di crisi tra Francesco Renga e Ambra Angiolini sono davvero molto frequenti: i due stanno insieme da molti anni, hanno anche due bambini, ma sono sempre molto seguiti dal gossip che ogni tre per due li vede al centro di una crisi di coppia.

Intervistata da affaritaliani, la ex lolita di Non è la Rai dice di essere stufa di sentire parlare di queste cose e chiede a gran voce un po’ di privacy.


Al giornalista che la incalza sul fatto che molto spesso si dice che lei e il compagno siano in crisi, si rivolge infatti piccata: “Basta, non ho veramente più voglia di parlarne“. Un anno e mezzo fa, le foto di Ambra Angiolini in teneri atteggiamenti con il regista Pier Giorgio Bellocchio, avevano infiammato la cronaca rosa. Lei prima cercò di negare, salvo poi – ma solo in un secondo momento – lasciare intendere qualcosa.

Ma evidentemente quel qualcosa non era stato sufficiente a mandare all’aria il rapporto con il padre dei suoi figli con il quale poi, poco tempo dopo, era stata avvistata felice sul litorale romano mentre in spiaggia rideva e scherzava.

Oggi Ambra Angiolini è una donna soddisfatta, nonostante un passato adolescenziale non facile: “A casa chi mi mette in riga sono i bambini, sono terapeutici e hanno le le loro esigenze: il nuoto, la scuola. Si corre e c’è tempo solo per sentirsi la loro mamma“. Intanto di un probabile matrimonio all’orizzonte con Francesco Renga non c’è traccia. Si era parlato di fiori d’arancio qualche tempo fa ma dopo le foto Bellocchio-Angiolini la cosa è svanita nel nulla. Ma mai dire mai, anche se la romana ha sempre detto di non essere la classica donna che sogna l’abito bianco a tutti i costi: d’altronde una famiglia ce l’ha già…

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>