Emma Watson a W Magazine: non accettavo di essere diventata famosa

di Maris Matteucci Commenta

Emma Watson a W Magazine: non accettavo di essere diventata famosa

emma watson

Emma Watson ha fatto molta fatica ad accettare di essere diventata famosa. L’attrice inglese resa celebre in tutto il mondo grazie alla saga cinematografica di Harry Potter, dove interpretava il ruolo di Hermione Granger, si è raccontata in una lunga intervista rilasciata a W Magazine, che le dedicherà la copertina del prossimo mese, nella quale ha svelato di avere combattuto per anni contro l’accrescere della sua popolarità.

Emma Watson in questi giorni è impegnata al Festival di Cannes dove è tra le protagoniste per il film The Bling Ring di Sofia Coppola. A dispetto dei suoi soli 23 anni, insomma, l’attrice britannica è tra le più richieste.


Ma per anni ignorare la fama è stata la mia ribellione in un certo modo – ammette candidamente -. Insistevo nel voler essere considerata una persona normale e cercado di fare cose normali come facevano i miei coetanei. Con il senno di poi, probabilmente, non era consigliabile andare all’Università in America e stare in camera con completi sconosciuti. E probabilmente non era saggio nemmeno condividere il bagno con otto persone in un dormitorio comune“.

EMMA WATSON MOLLA LA SCUOLA PERCHE’ PRESA IN GIRO DAI COMPAGNI

L’attrice dice che se si guarda indietro ammette di avere fatto cose non proprio comprensibili (“Guardando indietro, è stato da pazzi“) ma di averle fatte perché in quel momento le sembravano l’unica via di fuga da un mondo che la stava velocemente fagocitando. Nonostante sia considerata particolarmente sexy, Emma Watson dice di non aver mai puntata sulla femminilità. “Non ho mai voluto crescere troppo in fretta, volevo indossare il reggiseno sportivo fino a 22 anni. Essere sexy non è mai stata la mia priorità e sinceramente tutt’oggi non ho nemmeno una gran fretta di essere vista come donna“.

Intanto si gode il suo successo, quel successo che per lungo tempo ha voluto ignorare e che invece l’ha travolta in pieno.

foto W Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>