Lindsay Lohan condannata dalla corte di Los Angeles

di Stefania Russo Commenta

Se è vero che la legge è uguale per tutti i diversi reati di cui si è resa colpevole Lindsay Lohan non potevano non essere puniti nella giusta..

Se è vero che la legge è uguale per tutti i diversi reati di cui si è resa colpevole Lindsay Lohan non potevano non essere puniti nella giusta maniera, è per questo che la Corte Suprema della Contea di Los Angeles ha stabilito delle nuove regole a cui l’attrice dovrà necessariamente attenersi.

La decisione della Corte, come è giusto che sia, non è stata influenzata dalla notorietà di Lindsay, a nulla sono valsi i tentativi del suo avvocato di spiegare che il rispetto di determinate imposizioni avrebbe danneggiato la carriera dell’imputata, che al momento sta girando alcune scene di un film in Texas.


La Corte però non ha voluto sentire ragioni, ha perciò imposto a Linday il divieto di bere alcolici e l’obbligo di indossare un braccialetto anti-alcol, che segnala l’eventuale assunzione di bevande alcoliche. L’attrice, inoltre, dovrà partecipare a diverse sedute di terapia antialcol e sottoporsi a test antidroga settimanali, che dovranno essere effettuati necessariamente in California e che quindi non le consentiranno di recarsi in Texas.

Tutto sommato possiamo dire che le è andata bene, non solo visto quello che ha combinato nell’ultimo periodo ma anche perchè ha messo a dura prova la pazienza del giudice non presentandosi all’udienza fissata giovedì scorso a causa della perdita del passaporto durante la sua permanenza a Cannes per il tradizionale Festival del Cinema, circostanza che le ha impedito di ritornate negli Stati Uniti in tempo. La scorsa settimana, inoltre, Lindsy non si è presentata alla seduta antialcol a causa della morte di suo zio, anche se non è neanche andata al funerale..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>