Scarlett Johansson spiega perché è finito il matrimonio con Ryan Reynolds

di Maris Matteucci Commenta

Scarlett Johansson racconta la fine del suo matrimonio con Ryan Reynolds

A poco più di un anno di distanza dalla fine del suo matrimonio con il collega Ryan Reynolds, Scarlett Johansson si racconta ad “A” in una lunga intervista dove rivela i motivi che l’hanno portata alla separazione dal marito dopo appena due anni di unione.

In primis la bellissima attrice ci tiene a precisare una cosa: tra lei e l’ex marito i rapporti sono buoni nonostante la separazione. Semplicemente, arrivati ad un certo punto, entrambi hanno capito di non poter più andare avanti.


Il motivo? Nessuno dei due aveva la minima intenzione di rinunciare al lavoro. Scarlett Johansson afferma di non essersi pentita di avere sposato Ryan Reynolds, anzi: il loro è stato un amore così travolgente che l’idea di convolare a nozze è nata spontanea in tutti e due. Ma una volta sposati entrambi erano troppo presi dal lavoro tanto che spesso passavano lunghi periodi senza vedersi.

FOTO SCARLETT JOHANSSON CON LA CELLULITE

E in questi periodi di lontananza, dice Scarlett Johansson, il loro rapporto ha cominciato a scricchiolare. L’attrice solo adesso si rende conto che probabilmente nessuno dei due era davvero pronto ad un passo così importante perché altrimenti il lavoro non avrebbe occupato il primo posto nelle loro vite. Così è arrivata inevitabile la separazione che ha preceduto un periodo molto doloroso per Scarlett Johansson. Che oggi però sembra avere finalmente ritrovato il sorriso al fianco di Nate Taylor.

SCARLETT JOHANSSON HA UN NUOVO FIDANZATO

Insieme a lui, appena un paio di settimane fa, è stata fotografata sulle spiagge delle Hawaii mentre si godeva qualche giorno di relax lontana dal set. Un amore che l’attrice sta cercando di tenere più nascosto possibile. “Sto cercando di fare ordine nella mia vita, stabilendo delle priorità“, ha detto. Cercare di tenere la sua vita privata quanto più lontano possibile dalle telecamere è una di queste…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>