Laura Pausini è diventata mamma: la bambina si chiama Paola

di Maris Matteucci Commenta

Laura Pausini è diventata mamma: la bambina si chiama Paola

Laura Pausini è diventata mamma: circa un’ora fa la cantante ha reso nota la notizia sul sito ufficiale. Una foto di due mani che vanno a formare un cuore e una scritta – Paola – che campeggia con tanto di data di nascita e una frase particolarmente dolce: “Io e Paolo siamo felici di annunciare la nascita della nostra piccola Paola: il suo nome è l’unione dei nostri nomi e simbolo del nostro amore“.

Paola e non Celeste, dunque, come in un primo momento si era erroneamente pensato. A mandare in tilt coloro che avevano provato a ipotizzare il nome della nascitura era stata la canzone scritta da Laura Pausini – intitolata Celeste – e proprio dedicata alla figlia.


La bambina invece si chiama Paola e per il momento questa è l’unica informazione che si ha. Laura Pausini aveva annunciato la sua gravidanza a metà settembre in occasione di un raduno con i fans. Fin da subito la cantante aveva detto di essere al settimo cielo, lei che da troppo tempo, ormai, cercava un bambino. Ma la gravidanza della cantante è stata tenuta il più possibile lontano dai riflettori.

Poi la scorsa settimana Laura Pausini aveva postato un pensiero sulla sua bacheca facebook nel quale faceva notare come il mese di febbraio per lei fosse sempre stato portatore di sorprese. Era febbraio, infatti, quando nel 1993 vinse il Festival di Sanremo con la canzone La solitudine, ed era sempre febbraio quando trionfò ai Grammy Award sette anni fa. Oggi il regalo più bello per la cantante che realizza un sogno fantastico, quello cioè di diventare mamma per la prima volta.

LAURA PAUSINI SI DIFENDE DALLE ACCUSE DELLA EX MOGLIE DI PAOLO CARTA

Qualche tempo fa Laura Pasuini era stata pesantemente criticata dalla ex moglie del compagno Paolo Carta che l’aveva accusata di averle portato via il marito. In quell’occasione la Pausini optò per il basso profilo, cercando solo di precisare la sua posizione senza alimentare tuttavia la polemica a distanza. Oggi è tutto passato: perché ci sarà da pensare solo alla piccola Paola…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>