Victoria Beckham smentisce di essere triste

di Fabiana Commenta

A causa del suo broncio tutti credono che sia triste, ma per Victoria Beckham l’apparenza inganna

Quando si dice: l’apparenza inganna. Victoria Beckham ha fatto del suo broncio il suo marchio di fabbrica: appare sempre accigliata e imbronciata, quando si trova in compagnia della famiglia, quando partecipa a qualche evento mondano con l’aitante marito David (Beckham) o quando posa per qualche servizio fotografico. Ma sembra proprio che l’espressione corrucciata non le appartenga minimamente.

A spiegarlo è la stessa Victoria che intervistata dall’edizione tedesca di Interview conferma che nel suo caso l’apparenza inganna: lei è molto felice al di là di quello che può pensare la gente che la vede perennemente corrucciata. Ormai Victoria deve fare i conti con il suo personaggio, piuttosto cupo e triste, ma in realtà lei assicura di essere una persona del tutto diversa, molto allegra e felice.

Victoria Beckham non ha tempo per le vacanze

Non è però sua abitudine renderlo noto a chiunque e ormai non si arrabbia neppure più quando i giornali scrivono del suo broncio. L’ex Posh Spice conferma che la sua avventura musicale è finita per sempre e che in effetti non si è mai sentita una vera cantante, ammettendo che il talento è ben diverso rispetto alle sue potenzialità.

Dopo lo scioglimento della Spice, Victoria, oltre ad essere diventata la signora Beckham, ha dimostrato invece di essere un tipo molto eclettico dimostrando il suo talento come stilista.

Victoria Beckham spiega perché si sente molto stanca

Mamma impegnatissima di quattro figli, tre maschi e la piccola Harper Seven, Victoria non ha mai nascosto di volersi occupare personalmente della sua famiglia e di essere molto stressata dividendosi fra la carriera e la famiglia.

Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>