Michael Jackson si è ucciso

di Redazione 2

Il dottor Conrad Murray dovrà difendersi dalle accuse di omicidio colposo e la tesi che porterà in giudizio è quella del suicidio..

E’ questa la linea di difesa che proporrà il dottor Conrad Murray al processo che lo vede imputato per omicidio del cantante Michael Jackson. Michael è morto per il 25 giugno 2009 per overdose di Propofol, ovvero un anestetico molto pesante che ha causato l’arresto cardiaco dell’autore di Black or White.



Il dottor Conrad Murray dovrà difendersi dalle accuse di omicidio colposo e la tesi che porterà in giudizio è quella del suicidio. Il fatto è che MJ non dormiva da 9 ore e ad un certo punto il cantante frustrato ha preso in mano il flacono da 20 ml di Propofol che teneva sul comodino iniettandoselo in vena da solo causandosi così l’arresto cardiaco.

Il tutto in 120 secondi…una tesi che per la difesa non sta in piedi, sarà quindi una battaglia legale molto dura e costosa per entrambe le parti.

Commenti (2)

  1. Michael Jackson nn si è ucciso da solo ma è stato il dottore MURRAY ad ucciderlo!!
    Michael nn era così stupido da iniettarsi un flacone da 20 di PROPOFOL.Lui si poteva salvare ma grz al dottore ke ha chiamato l’autombulanza solo dp 15 minuti o anke di più,è morto.
    Il dottore di Michael fa schifo xkè adesso nega tt(e nn solo x questo).

  2. Michael we miss you!!!!ç_ç

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>