Beatrice Borromeo a spasso pensierosa

di Marina Pellegrino Commenta

Non accenna al benché minimo sorriso e continua a camminare frettolosamente facendo finta di non aver visto neanche i fotografi..

Ormai Beatrice Borromeo s’è calata perfettamente nei panni di un vero detective.
Soprabito maschile beige, lunga sciarpa in cotone a quadretti, ballerine, occhiali blu modaioli, borsa marrone capiente all’avambraccio e i-pod nelle orecchie.

Chissà poi se per ascoltare della musica oppure la sua recente intervista al direttore del Tg1 Augusto Minzolin, un privilegio toccato alla giornalista in erba (la sua prima collaborazione risale al 2006 con la trasmissione televisiva di Michele Santoro, “Annozero” e quella successiva con il quotidiano “Il Fatto”) e ad Enrico Mentana.



Comunque quella fotografata a Milano, per le vie del centro, è una Beatrice pensierosa, a dir la verità … anche un po’ scocciata! Non accenna al benché minimo sorriso e continua a camminare frettolosamente facendo finta di non aver visto neanche i fotografi.

Figlia di Carlo Borromeo e Paola Marzotto, ha debuttato come modella all’età di 16 anni ma ha sempre coltivato sin da giovane la passione giornalistica ed è ormai nota per il suo musetto sempre un po’ imbronciato.
La sua partecipazione ad Annozero (durata due anni in tutto) avviene per espressa volontà di Santoro – che la vuole nel suo programma per curare lo spazio “Generazione Zero” – dopo aver letto un’intervista della Borromeo sull’inserto del Corriere della Sera, “Style”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>