Gabriele Parpiglia parla della fuga di Fabrizio Corona

di Maris Matteucci Commenta

Gabriele Parpiglia parla della fuga di Fabrizio Corona

Gossipparo per eccellenza, Gabriele Parpiglia ha parlato della fuga di Fabrizio Corona, ricercato in tutta Italia perché destinato a scontare cinque anni di carcere per il caso Trezeguet.

Il giornalista non crede però alla fuga del re dei paparazzi e, ai microfoni di Domenica Live, dice di essere stato l’ultimo a sentire telefonicamente l’ex di Belen: venerdì sera intorno alle tre di notte. Da quel momento poi di Fabrizio Corona si sono letteralmente perse le tracce.


Gabriele Parpiglia accusa una parte di popolo italiano che ha sempre trattato Fabrizio Corona come se fosse un divo, contribuendo a farlo diventare il personaggio fuori dalle righe che tutti oggi conosciamo. Incalzato sulla vicenda da Barbara D’Urso (che con Fabrizio Corona, ricordiamo, non ha intrattenuto rapporti proprio idilliaci), il giornalista di gossip ha detto la sua in merito all’attuale vicenda che di certo non favorisce il re dei paparazzi:C’è una piccola fetta d’Italia che ha fatto sentire Fabrizio Corona come Al Pacino, ma Fabrizio è un pirla…E’ un pirla come me – ha detto appena presa la parola -. Ora con la paura di perdere il suo personaggio, è fuori di testa. Non è in grado di reggere una fuga. Sta facendo i conti con la paura, non è una persona strutturata per reggere una cosa del genere“.

Poi Gabriele Parpiglia si lascia andare ad un commento anche sulla Giustizia italiana, a suo avviso poco coerente: “La legge è stata dura con Fabrizio Corona, è stata usata una misura più morale che giuridica: Spaccarotella e Misseri hanno ricevuto pene minori“.

Non è il primo a pensarla così: anche altri personaggi del mondo dello spettacolo (per esempio Salvatore Angelucci) hanno detto la loro in merito alla vicenda della fuga di Fabrizio Corona, giudicando troppo eccessiva la pena comminata al re dei paparazzi.

foto facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>