Bubi (Barbara Barbieri) interviene sulla rottura tra Leonardo Greco e Diletta Pagliano

di Maris Matteucci Commenta

Bubi (Barbara Barbieri) parla della rottura tra Leonardo Greco e Diletta Pagliano...

Per mesi ha pianto e lottato nel salotto di Uomini e donne per accaparrarsi il tronista Leonardo Greco che alla fine ha invece scelto la ventenne Diletta Pagliano.

Ma oggi Barbara Barbieri, meglio conosciuta come Bubi, ha definitivamente voltato pagina.


Tanto che la rottura tra l’ex tronista Leonardo Greco e la sua corteggiatrice non le fa né caldo né freddo. La cinquantenne interviene sul suo profilo facebook per placare gli animi di tutti coloro che la invitavano a commentare la rottura tra i due protagonisti di Uomini e donne per dire che per lei quello di Leonardo Greco è un capitolo definitivamente chiuso.

LEONARDO GRECO E DILETTA PAGLIANO SI SONO LASCIATI

Anzi, la ex corteggiatrice snobba in qualche modo la cosa, specificando che – anche qualora la notizia della rottura fosse vera – non ci sarebbe niente di così strano visto che ci sono migliaia di coppie che si lasciano e alla fine non è mai morto nessuno per una cosa del genere. Piuttosto Barbara Bubi Barbieri invita a concentrarsi su questioni molto più importanti come per esempio quella del terremoto in Emilia Romagna, la sua terra, che ha rovinato la vita di migliaia di persone.

Insomma la Bubi di oggi sembra molto diversa da quella donna provocatrice e spesso aggressiva che si era fatta conoscere nei salotti di Uomini e donne. Per lungo tempo Leonardo Greco era rimasto affascinato dalla sua intelligenza fino a quando in studio è arrivata Diletta Pagliano e la Barbieri ha cominciato a soffrire clamorosamente la competizione con la ventenne fino ad arrivare a rovinare tutto con le sue mani, scadendo in comportamenti poco “equilibrati”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>