Grande Fratello tedesco da bollino rosso

di Marina Pellegrino Commenta

E’ cominciata esattamente una settimana fa la decima edizione del Grande Fratello tedesco..

E’ cominciata esattamente una settimana fa la decima edizione del Grande Fratello tedesco e in soli sette giorni è già successo più di quanto abbiamo visto in nove anni e mezzo di Grande Fratello nostrano.

Dopo l’entrata – e la successiva eliminazione tramite televoto – di Harald e del marito Carlos, ovvero, la coppia gay sieropositiva, adesso gli occhi sono tutti puntati su di lei, Cora, che non ha neanche fatto in tempo ad entrare che subito ha voluto mettere le cose in chiaro…tanto per evitare d’essere fraintesa: “Mi piacciono gli uomini, non ne ho mai abbastanza”.



Nella vita ha scelto una professione che non può che avvalorare questa sua dichiarazione, a soli 20 anni è già una pornostar di successo perché, rispetto ad altre pornodive, è stata la prima a girare film porno in un luogo pubblico. Con tanto di denuncia.

Lo scorso anno è tornata a far parlare di sé perché si era prefissata un altro “importante” obiettivo da raggiungere: battere il record mondiale di rapporti orali consecutivi. Ma anche questa volta la sfortuna s’è messa in mezzo e Sexy Cora, vero nome Carolin Berger, ha dovuto rinunciare al gradino più alto del podio. Durante la prova ha avuto forti problemi respiratori ed è stata portata in ospedale.

Ma, Cora a parte, gli altri nove concorrenti non sembrano essere meno spregiudicati. In questa settimana, come dicevamo all’inizio, ci sono stati una serie infinita di nudi integrali (solo alcuni coperti con bollino rosso) e di giochi spinti.

Posto che già in una passata edizione il GF tedesco ha mandato in diretta sulla rete nazionale RTL2 delle scene di sesso giustificandosi che, in definitiva, si tratta di “espressioni di sensazioni positive”, niente potrebbe più stupirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>