Berlusconi perde “terreno” in Sardegna

di Redazione Commenta

La società Edilizia Alta Italia collegata alla holding Fininvest di proprietà della famiglia Berlusconi sta perdendo notevoli quantità di terreno in Costa Smeralda per colpa..

Tutta colpa delle pecore! Avete capito bene, un gruppo di pastori sardi stanno dando del filo da torcere alle società del premier Silvio Berlusconi nella sua amata Sardegna.

La società Edilizia Alta Italia collegata alla holding Fininvest di proprietà della famiglia Berlusconi sta perdendo notevoli quantità di terreno in Costa Smeralda per colpa di alcune richieste di uso capione elevate da un gruppo di pastori sardi.



La società del gruppo Fininvest ha come progetto ambizioso di creare un mega villaggio turistico in Sardegna sui propri terreni acquistati anni fa, ma a mettere il bastone fra le ruote ci sono riusciti i signori Paolo Murgia, Putzu ed Elido Bua, 3 pastori che da anni fanno pascolare il proprio gregge di pecore sui terreni del berlusca. La cosa che sicuramente ha fatto imbestialire i vertici della società è il fatto che i 3 pastori hanno rivendicato la proprietà dei terreni per uso capione inviando i documenti al Tribunale di Tempio Pausania che ha dato ragione ai tre allevatori.

Il 28 ottobre del 2009 il Tribunale ha certificato la proprietà del terreno della superificie catastale di 85.736 mq, in località Cugnana, al pastore Elido Bua. Altri due pastori della zona nei giorni scorsi sono riusciti ad ottenere con lo stesso metodo un’altra porzione di terreno della dimensione di 83.156 metri quadri valutati al catasto 71.531 euro.

Nonappena la società Edilizia Alta Italia riesce ad ottenere le concessioni edilizie per poter iniziare i lavori, arriva il signor Paolo Murgia che, con il suo classico ricorso al Tribunale, riesce a bloccare i lavori. Secondo il pastore, i terreni li ha sempre sfruttati lui con il pascolo delle pecore. A furia di battaglie in Tribunale, la società Edilizia Alta Italia ha dovuto svalutare i propri terreni in Costa Smeralda di più di 13 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>