Processo Mediaset, Silvio Berlusconi condannato a quattro anni

di Fabiana Commenta

ITALY-POLITICS-SEX-TRIAL-BERLUSCONI-FILES

Silvio Berlusconi è stato condannato a 4 anni di reclusione per frode fiscale: la Corte di Cassazione ha confermato la condanna d’appello relativa al processo Mediaset.
Deciso invece il rinvio alla Corte d’Appello di Milano per rideterminare l’interdizione dai pubblici uffici.


La camera di Consiglio della sezione feriale che ha emesso il verdetto relativo al processo Mediaset, che in ogni caso sarebbe stato discusso, si era riunita intorno alle 13.30 come reso noto dalle fonti ufficiali dei giudici. La sentenza, letta in diretta, è arrivata solo pochi minuti fa.

L’ex premier era stato condannato in appello per frode fiscale a 4 anni di reclusione e a 5 di interdizione dai pubblici uffici e solo ieri si era concluso il dibattimento in aula, con le arringhe degli avvocati difensori.

L’ex premier aveva atteso la sentenza all’interno di Palazzo Grazioli, a Roma insieme alla compagna Francesca De Pascale, la figlia Marina e i suoi più stretti collaboratori.

La procura generale aveva invece richiesto la conferma delle condanne, ritenuto proprio l’ideatore del meccanismo delle frodi fiscali, ma la diminuzione della richiesta dell’interdizione dai pubblici uffici (da cinque a tre anni).

RUBYGATE, SILVIO BERLUSCONI CONDANNATO A SETTE ANNI


Il 24 giugno scorso Berlusconi era stato anche condannato in primo grado nel processo Ruby a sette anni per i reati di concussione per costrizione e prostituzione minorile, all’interdizione a vita dai pubblici uffici e all’interdizione legale per la durata della condanna.

“Nessuno può comprendere la carica di violenza che mi è stata riservata in seguito ad una serie di accuse e processi” che non avevano fondamento: è un “vero e proprio accanimento giudiziario che non ha uguali” ha commentato Berlusconi, poco dopo la sentenza, arrivata dopo sette ore di camera di consiglio, in un videomessaggio diffuso sul Tg4.

L’ex premier si è scagliato ancora una volta contro una parte della magistratura che ritiene “irresponsabile”.

Adesso dei 4 anni di condanna tre sono coperti da indulto e resta un anno di pena da scontare: Berlusconi non andrà però in carcere perché entro un mese potrà scegliere fra gli arresti domiciliari e l’affidamento ai servizi sociali.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>