Pioggia di meteoriti in Russia, Giacobbo a Sanremo 2013 smentito dalla cruda realtà

di Fabiana Commenta

Pioggia di meteoriti in Russia provoca 400 feriti, ma Giacobbo aveva detto di non preoccuparsi...

Twitter insorge contro Roberto Giacobbo, il popolare conduttore di Voyager. Solo un paio di giorni fa Giacobbo aveva introdotto l’esibizione di Elio e le Storie Tese sul palco del Festival di Sanremo 2013 rassicurando il pubblico: la pioggia di meteoriti sarebbe passata vicino alla Terra, ma senza colpirla.

Della serie le ultime parole famose: oggi invece arriva la notizia che una violenta pioggia di meteoriti ha devastato la Russia e ha colpito 6 città nell’area degli Urali, causando 400 feriti e seminando il panico fra la popolazione, fra esplosioni e apocalittiche scie di fuoco nel cielo.

Tutto a causa dei cristalli del meteorite che è disintegrato nell’atmosfera con gravi ripercussioni. Insomma è tutto vero e Giacobbo è stato clamorosamente smentito dalla cruda realtà. Ovvio che in men che non si dica Twitter sia insorto contro il conduttore: il suo account è stata invaso da una serie di commenti sarcastici di ogni genere.

Chi c’è ironizza e scrive “Giacobbo ci hai azzeccato con i meteoriti a Sanremo 2013. Fonte affidabile”. C’è chi cita direttamente la notizia “Russia, cade meteorite: oltre 400 feriti” e chi sostiene che da adesso in poi si è legittimati a credere all’esatto contrario di quanto dice Roberto Giacobbo in trasmissione, c’è chi fa notare la faccia basita di Elio mentre Giacobbo parlava del falso- pericolo meteoriti…

In effetti erano anno che il conduttore sguazzava a Voyager su argomenti che annoveravano la fine del mondo, i Maya, gli asteroidi, ma anche i misteri in Vaticano e gli illuminati (non sono passati neppure inosservate le dimissioni del Papa ai followers…).

E adesso Giacobbo, smentito dalla tragica realtà si vede inevitabilmente costretto a subire il sarcasmo del web, che raramente perdona. E c’è anche chi cita proprio le parole di Giacobbo al festival “Non temete, passeranno vicino alla terra, ma non la colpiranno…”. Altroché…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>