Paola Perego replica alle critiche di Aldo Grasso

di Maris Matteucci Commenta

Paola Perego replica alle critiche di Aldo Grasso

Continua la querelle a distanza tra Aldo Grasso da una parte e Lucio Presta e Paola Perego dall’altra.

Il critico del Corriere della Sera aveva dato della raccomandata a Paola Perego e in difesa della popolare conduttrice era sceso il manager (nonché marito) Lucio Presta il quale, senza mezzi termini, aveva dato del c*** al giornalista.


Anche i Vip erano scesi in campo a difesa di Lucio Presta e in molti avevano sottolineato come ognuno fosse ovviamente libero di esprimere la propria opinione anche criticando ma senza mai mancare di rispetto.

Oggi è la stessa Paola Perego a replicare ad Aldo Grasso dalle pagine del settimanale Chi in edicola con il nuovo numero. La conduttrice Rai dice che in televisione più che gli appoggi contano l’impegno e la professionalità:Ho bisogno di un buon manager per essere rappresentata e ho scelto il migliore (Lucio Presta, ndr) – ha detto Paola Perego nell’intervista -, poi certo contano fortuna e anche appoggi ma se non vali non duri in un mondo come quello televisivo“.

IL LITIGIO TRA LUCIO PRESTA E ALDO GRASSO

Ed in effetti Paola Perego non è certo una sbucata in televisione ieri. Da anni svolge con professionalità il suo lavoro e dunque Aldo Grasso è stato probabilmente davvero troppo severo ed indelicato nel giudicare una donna che da anni presenta in tv. Paola Perego aggiunge: “In una carriera lunga come la mia ci sono sicuramente programmi che sono andati meglio e altri meno bene, ma gli ultimi che ho fatto (Attenti a quei due e Superbrain) hanno ottenuto risultati più che positivi“.


Poi una frecciatina al critico del Corriere della Sera
: “Bisognerebbe chiedere al signor Grasso a quali miei insuccessi si riferisce. Forse mi ha scambiata per qualcun altro“. Polemica finita o seguirano aggiornamenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>