Vanessa Incontrada ha paura di essere dimenticata dal pubblico italiano

di Maris Matteucci Commenta

Vanessa Incontrada è triste al pensiero che il pubblico possa dimenticarla...

E’ stato un anno particolare per Vanessa Incontrada, spesso al centro delle polemiche per alcune dichiarazioni che la presentatrice spagnola ha rilasciato dopo il suo abbandono a Zelig, il programma di canale 5 che per anni ha condotto al fianco di Claudio Bisio.

Vanessa Incontrada, una volta abbandonato il programma, si è tolta qualche sassolino dalla scarpa sparando su alcune ex colleghi che, a detta sua, non si sarebbero comportati troppo bene con lei dopo la sua maternità.


Oggi, alla rivista Goia, la spagnola dichiara di essere molto dispiaciuta per il fatto di non avere più spazio in televisione e di temere che il pubblico possa in qualche modo dimenticarla dopo anni nei quali ha fatto molta fatica per riuscire ad emergere in un mondo difficile come quello dello spettacolo. “Mi rende triste il pensiero che la gente si dimentichi di me – afferma -, perché ho faticato tanto ad arrivare e ho dato l’anima“. In effetti, dopo la fine della sua lunga avventura a Zelig, Vanessa Incontrada in tv non ha avuto tantissimo spazio pur essendo stata per anni una delle showgirl più apprezzate.

Dopo le frecciatine ai suoi ex colleghi (ha salvato in pratica solo Claudio Bisio), la spagnola è stata nel mirino anche di Selvaggia Lucarelli che spesso e volentieri ha criticato il suo modo di scagliarsi adesso contro lo star system quando per anni lei stessa ne ha fatto parte.

SELVAGGIA LUCARELLI CONTRO VANESSA INCONTRADA

In particolare, la Lucarelli diceva che dire che il mondo dello spettacolo punta solo sulla bellezza e criticarlo pesantemente per questa cosa non aveva senso se a dirlo era una (Vanessa Incontrada appunto) che proprio grazie alla sua bellezza inizialmente si è fatta notare (non a caso ha mosso i suoi primi passi nel mondo della moda). Insomma la ex conduttrice di Zelig spera presto di poter tornare in pista come ai vecchi tempi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>