Alessia Merz felice di fare la mamma

di Maris Matteucci Commenta

Alessia Merz si è raccontata in una lunga intervista a Mattino 5, programma condotto a Federica Panicucci

In una intervista andata in onda stamani a Mattino 5, programma condotto da Federica Panicucci, Alessia Merz ha aperto il suo cuore raccontando ai telespettatori come è la sua vita adesso che è lontana dai riflettori.



Dopo l’esperienza di Non è la rai, dove era appena un’adolescente, dopo essere stata velina di Striscia la notizia e dopo essere gravitata per qualche tempo nel variopinto mondo dello spettacolo, la Merz si è dedicata alla famiglia decidendo di fatto di cambiare radicalmente vita. Ha sposato il calciatore Fabio Bazzani, un passato in serie A tra Lazio e Sampdoria, e ha avuto due figli. Ma le manca la vita di prima? Assolutamente no, stando alle parole della ex velina di Striscia che ai microfoni di Federica Panicucci ha detto di amare profondamente la vita di adesso perché quando lavorava nello spettacolo si sentiva come incompiuta.

La bella Alessia ha confessato di avere sentito, ad un certo punto della sua vita, la necessità di creare una famiglia solida, bisogno che si è fatto molto più marcato quando ha incontrato il suo attuale compagno. Adesso che i bambini sono grandicelli, però, Alessia Merz un pensierino per un ritorno nel mondo dello spettacolo lo avrebbe anche fatto anche se logisticamente non sarebbe proprio semplicissimo, dato che al momento abita a Bologna (Fabio Bazzani gioca in serie D, nel Mezzolara, squadra di Budrio) e si sa, per lavorare nel mondo televisivo le città principali da tenere in considerazione sono Roma e Milano.

Ma non sarebbe un problema, secondo quanto dichiarato dalla bella Alessia che sul finire della intervista ha ricordato simpaticamente i tempi trascorsi a Non è la rai, quando la concorrenza tra le 140 ragazze in studio era serrata. Tempi lontani, come tiene a precisare la Merz, che però aggiunge di non rinnegare niente delle sue esperienze passate.

foto ripresa dal sito www.tuttolegapro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>