Le 5 coppie di veline più sfigate della storia

di Ma.Ma. 2.132 views0

Non sempre fare la velina significa avere la strada spianata nel mondo dello spettacolo. E’ vero che ballettare sul bancone di Striscia la notizia è una opportunità importante per chi cerca di farsi spazio nel mondo della tv, ma c’è anche chi è passata da Striscia la notizia e poi è finita dritta dritta nel dimenticatoio. Vediamo allora quali sono le 5 coppie di veline più sfigate della storia, quelle che proprio non hanno lasciato un segno.

1989-1990, Indra Smith e Jordy Gordon. Ve le ricordate? Noi no. E non solo perché sono state veline nella lontana seconda edizione di Striscia la notizia ma perché, una volta lasciata la trasmissione di canale 5, hanno intrapreso strade differenti. Entrambe americane, hanno fatto Striscia quando alla conduzione c’era la coppia Ezio Greggio-Raffaele Pisu.

1990-91, Monica Spreafico e Laura Paternoster. Anche a loro il ruolo di velina a Striscia la notizia non ha portato particolarmente fortuna. Per questo motivo entrano di diritto nella classifica dedicata alle coppie di veline più sfortunate della storia.

1992-94, Cecilia Belli e Laura Valci. Con loro, a ballare sul bancone di Striscia la notizia, c’era anche Fanny Cadeo che però togliamo da questa classifica perché è stata l’unica che ha continuato nel mondo dello spettacolo. Delle altre due veline invece si sono perse le tracce.

2004-05, Lucia Galeone e Vera Atyushkina. Veline più sfortunate non possono esserci nella storia di Striscia la notizia. Le due hanno vinto l’edizione estiva di veline ma non sono mai riuscite a fare breccia nel cuore dei telespettatori. E oggi da che parte di mondo sono? Boh.

2012-2013, Alessia Reato e Giulia Calcaterra. Sono le due veline più recenti. Anche loro vincitrici di veline e anche loro sfortunate: nella passata stagione hanno cercato in tutti i modi di guadagnarsi la simpatia del pubblico a casa senza però riuscirci. Tanto che Antonio Ricci ha provveduto immediatamente alla loro sostituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>