Melissa Satta super sexy a Milano

di Maris Matteucci Commenta

Melissa Satta super sexy a Milano

Le sfilate della moda milanese hanno visto protagonista anche la bella Melissa Satta che da buona appassionata in materia non ha perso occasione per assistere alle passarelle che hanno inaugurato la nuova stagione.

E così, bellissima nel suo abito Roberto Cavalli coloratissimo, Melissa Satta ha catalizzato le attenzioni di coloro che l’hanno “pizzicata” seduta in prima fila. In passerella ci sarebbe stata benissimo anche lei che ha un fisico da top model e che proprio nella moda ha mosso i primi passi. Intervista ai microfoni di Studio Aperto, la sarda non ha nascosto l’intenzione di voler prima o poi lavorare ad una linea tutta sua.


Melissa Satta non ha mai fatto mistero che, al di là del mondo dello spettacolo, la moda rimane la sua passione più grande. Spesso infatti la vediamo in giro per Milano con look stravaganti e con abiti che, addosso a lei, calzano a pennello. Ma se è vero che Melissa Satta si può permettere abbigliamento ad alto costo, è altrettanto vero anche che la sarda spesso e volentieri preferisce l’abbigliamento che viene definito cheap ovvero economico.

MELISSA SATTA, LOOK ALTERNATIVO A MILANO


Secondo la sarda, infatti, per essere alla moda non occorre per forza di cose spendere molti soldi.
E questa è una teoria condivisa da molte donne dello spettacolo: la scorsa settimana abbiamo dedicato un post alla toscanaccia Guendalina Canessa, altra patita della moda, che ha dichiarato di fare spesso dei veri e propri affari nei mercati. Il segreto? La pazienza, la voglia di girare alla ricerca degli affari migliori.

Tornando a Melissa Satta, passione per la moda a parte, c’è da dire che per la sarda il momento è d’oro: va a gonfie vele infatti la storia con il calcatore Kevin Prince Boateng. Matrimonio all’orizzonte tra i due? Per il momento ancora no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>