Philip Seymour Hoffman morto di overdose

di Emma 58 views0

Philip Seymour Hoffman è morto: l’attore è stato trovato senza vita nel suo appartamento di Manhattan, a New York, nel Greenwich Village al 35 di Bethune Street. Aveva 46 anni, Secondo quanto riportato dal New York Post, che cita le fonti della polizia, il divo sarebbe morto per overdose.

Hoffman aveva avuto in passato problemi di tossicodipendenza (eroina in particolare) e lo scorso anno era stato ricoverato in un centro di riabilitazione. Solo pochi mesi fa, proprio dalla clinica, aveva però dichiarato che sarebbe tornato presto sul set. Nel corso della sua carriera Hoffman aveva vinto l’Oscar come migliore attore protagonista per la sua interpretazione di Truman Capote in A sangue freddo, nel 2005 e aveva collezionato molti altri riconoscimenti tra cui la Coppa Volpi a Venezia nel 2012 per la migliore interpretazione maschile in The Master.

Estremamente camaleontico, Hoffman aveva lavorato con moltissimi registi, da Paul Thomas Anderson (The Master, Magnolia, Ubricao d’amore), Sidney Lumet (Onora il padre e la madre), ai fratelli Cohen (Il grande Lebowsky), Spike Lee (La 25esima ora), George Clooney (Le idi di marzo) passando con disinvoltura da pellicole drammatiche a ruoli e camei in commedie.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>