Maria Rosaria Ventrone, ecco come mi ha lasciato Cavani

di Gianni Puglisi 108 views0

La storia tra Maria Rosaria Ventrone e Edinson Cavani è già finita: non che la cosa ci stupisca perché la favola del calciatore che si innamorava della ragazza qualunque non ci aveva per la verità troppo convinto fin dall’inizio. E infatti avevamo ragione visto che l’ex attaccante del Napoli ha lasciato la Ventrone già da un po’, consolandosi subito con una modella.

A Domenica Live, Maria Rosaria Ventrone ripercorre la storia con Edinson Cavani e racconta di come sia iniziata. La scintilla è scoccata al campo di allenamento del Napoli, secondo il racconto della cassiera di Caserta: “Un giorno sono andata a vedere gli allenamenti del Napoli, gli ho chiesto una foto insieme e ho provato ad avere la sua maglia. Lui me l’ha data ma, all’interno della maglietta, aveva nascosto il suo numero di telefono“.

MARIA ROSARIA VENTRONE ATTACCA L’EX EDINSON CAVANI

Poi però la casertana arriva ad approfondire il discorso relativo alla rottura, dopo aver rivelato che la storia con il calciatore ex Napoli è durata un anno e mezzo, di cui otto mesi di convivenza. “Quattro mesi fa lui è sparito, io sono andata a Parigi per fargli una sorpresa anche se la situazione era già un po’ tesa a causa di alcuni litigi dovuti dalla sua gelosia. A Parigi mi ha lasciato con le lacrime agli occhi dicendomi che mi amava ma che non poteva stare con me. Su una eventuale altra donna lui ha sempre negato anche se le foto di Cavani e di questa nuova ragazza le ho viste anche io“.

EDINSON CAVANI HA LASCIATO LA VENTRONE PER JOCELYN BURGARDT

Maria Rosaria Ventrone dice di essere dispiaciuta e amareggiata per il comportamento di Cavani che avrebbe preso in giro anche i suoi genitori. “Li aveva voluti conoscere, aveva portato a casa da loro anche le carte della separazione dalla moglie per fare vedere che faceva sul serio“. Poi però da un giorno all’altro deve avere cambiato idea…

foto Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>