Alba Parietti, i politici di sinistra snob e bigotti adesso governano con Berlusconi

di Emma 197 views0

Se decide di parlare, Alba Parietti non la ferma più nessuno: nella sua ultima lunga intervista rilasciata al Fatto Quotidiano la showgirl appare come un fiume in piena che spara a zero su tutto e tutti raccontandosi senza censura.

Consapevole di essere una delle sexy icone italiane, Alba Parietti rivendica la sua intelligenza, ma anche il coraggio di aver sempre voluto dire la verità esprimendo le proprie opinioni senza rendere conto a nessuno.

Ho fatto diventare cieca una generazione, Credo di aver avuto coraggio. Non mi sono risparmiata. Mi sono presa le mie responsabilità. Ho espresso le mie opinioni quando tutti mi consigliavano di tapparmi la bocca e stare zitta.

Non risparmia nemmeno giudizio spassionato nei confronti della politica, e soprattutto degli esponenti di sinistra.

Da un certo mondo sono stata sempre percepita e guardata come la puttana che porti in giro di notte e di giorno sei costretto a nascondere. Negli anni ho capito quanto fossero snob e bigotti i presunti rappresentanti della sinistra italiana. La verità è che non mi hanno perdonato di aver scaldato gli istinti più bassi degli intellettuali.

ALBA PARIETTI LITIGA CON UNA FAN SU FACEBOOK

La Parietti traccia i momenti più importanti della sua lunga carriera ricordando di aver rifiutato (colpa del lavaggio del cervello dell’allora compagno Stefano Bonaga) 9 miliardi di lire che le offrì Silvio Berlusconi per averla a Mediaset, parlando del suo storico agente Beppe Caschetto, e dispensando giudici a destra e a manca, su Sgarbi (che definisce uno psicopatico), su Busi (che vorrebbe essere come lei), su Aldo Grasso (che è arrivato addirittura a negare la sua esistenza), Carlo Freccero (strutturato, furbo e rapido) e su Gianni Boncompagni (con cui è stata protagonista di litigate selvagge) senza negare di essersi pentita di aver girato Il macellaio.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>