Brad Pitt e Angelina Jolie vietano ai figli di conoscere il loro passato

di Fabiana Commenta

La coppia avrebbe deciso di tutelare i loro figli dal gossip della stampa e avrebbe vietato ai bambini l’accesso su Google

Costantemente al centro dell’attenzione mediatica e soprattutto del gossip, Angelina Jolie e Brad Pitt non vogliono che i loro figli sappiano troppo sul loro conto.

I figli (6 al momento anche se si vocifera della nuova gravidanza di Angelina o di una nuova adozione) crescono e la coppia hollywoodiana deicide di ricorrere ai ripari.

Sembra infatti che Brad e Angelina abbiano deciso di bloccare l’accesso a Google in modo tale che i loro figli non possano ricercare notizie sui loro genitori.

Potrebbero non avere tutti i torti anche perché se Brad in questi giorni dichiara di aver fumato qualche spinello e di aver sofferto di depressione e non mancano certo i pettegolezzi anche sul precedente matrimonio con Jennifer Aniston, il passato di Angelina sembra essere non esattamente tranquillo.

Tra i due precedenti matrimoni, le fialette di sangue scambiate con l’ex marito, eccessi vari, droghe e scandali sessuali, biografie non autorizzate e presunta anoressia, Angelina forse da bene a vietare ai figli (almeno per il momento) di conoscere con esattezza i dettagli del suo passato.

Non molto tempo fa l’attrice ha ammesso di aver seriamente rischiato di morire e di essere stata salvata da Brad. Senza contare il gossip che si è scatenato sulla coppia quando è scoppiata la passione sul set del film Mr.&Mrs.Smith.

Insomma quello che i bambini potrebbero scoprire sul passato non molto lontano dei loro genitori potrebbe essere per loro dannoso. E da genitori molto amorevoli che sono, a Brad e Angelina, questa è sembrata essere, almeno per il momento, la soluzione migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>