George Clooney ha sniffato cocaina

di Fabiana Commenta

Intervista choc al The Hollywood Reporter: l’attore confessa di aver sniffato cocaina e di

Vincitore di un premio Oscar come migliore attore non protagonista per Syriana, George Clooney quest’anno potrebbe aggiudicarsi anche l’Oscar come migliore attore protagonista per la pellicola Paradiso Amaro.

E in attesa della notte degli Oscar, la star hollywoodiana rilascia una nuova intervista al The Hollywood Reporter. Ne esce un autoritratto quasi choc che nessuno avrebbe forse mai immaginato.

L’attore ha confessato di soffrire di insonnia e di alzarsi ripetutamente durante la notte per guardare la televisione e lasciar trascorrere le ore.
Ma quello che sarà senza dubbio scalpore sono le due rivelazioni sull’alcool e la cocaina: l’attore ha confessato di aver sniffato cocaina anche se ne smentisce categoricamente la dipendenza.

Foto della villa di George Clooney

Ammette invece, se non una vera e propria dipendenza, una certa affinità con l’alcool: George racconta che in passato beveva davvero troppo e alcune volte si è trovato nella condizione in cui ha oltrepassato il limite bevendo anche in solitudine e senza alcun motivo. E non tocca un goccio d’alcool da Capodanno.

L’attore ha anche parlato della sua vita privata, ammettendo che nella sua vita amorosa non sono mancate le delusioni: alcune volte è stato tradito e ha anche ammesso senza remore di essere stato mollato per qualcun altro.

E se pensate che George trascorra la sua vita fra i rutilanti parties dei suoi amici hollywoodiani, sbagliate.

L’attore ha confessato, nonostante le numerose amicizie, di soffrire molto spesso di solitudine anche in una relazione sbagliata. E sembra che dopo aver mollato Elisabetta Canalis, sarebbe pronto a mollare anche Stacey Kleiber. Naturalmente dopo il red carpet degli Oscar.
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>