Raoul Bova si racconta nel giorno dell’uscita di Immaturi

di Maris Matteucci 1

Raoul Bova si racconta in una lunga intervista a Vanity Fair

Nel giorno che segna l’uscita nelle sale cinematografiche di “Immaturi – Il viaggio ” Raoul Bova, che del film è uno dei protagonisti, si racconta in una intervista via facebook riportata sul sito di Vanity Fair.

La sua adolescenza tra i banchi di scuola, l’amore incondizionato per la madre dei suoi figli, il nuoto che da sempre è stato il suo compagno di vita.


L’attore romano è un fiume in piena e quando gli vengono ricordati i tempi della scuola salta su e dice che mai tornerebbe indietro ai tempi della maturità: “Rifarei tutto tranne quella” perché quel periodo ha rappresentato per lui un incubo. Raoul Bova tornerà in tv nel personaggio di Ultimo, su canale 5, in un momento difficile per il genere fiction. Ma il protagonista di Immaturi di questo non si preoccupa perché “l’importante è fare le cose con impegno e serietà anche se questo non significherà successi certi al botteghino“.

RAOUL BOVA DURANTE LE RIPRESE DI IMMATURI

Attore di successo, regista (ha scritto e diretto Amore nero) l’attore romano – che vediamo in televisione anche come testimonial della compagnia telefonica 3 – avrebbe sicuramente potuto avere moltissime donne al suo fianco. Invece è andato controcorrente, scegliendo di vivere la sua vita al fianco della moglie dalla quale ha avuto anche due splendidi bambini.

Quale è il segreto di un matrimonio così duraturo e felice, cosa rara nel vasto mondo dello spettacolo? Raoul Bova non si sbilancia, dimostrandosi sempre molto riservato quando si tratta della sua vita privata e si limita a dire che l’importante è stare bene con se stessi. “Per questo – dice – non ho alcun tipo di rimpianto“. E quando è stressato che cosa fa? L’attore non ha alcuna esitazione: “Mi tuffo in acqua“.

Commenti (1)

  1. CARO RAUL BOVA SEI MOLTO GRAZIOSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>