Scarlett Johansson detesta essere un sex symbol

di Fabiana Commenta

L’attrice scrive una lettera all'Indipendent spiegando di non aver mai voluto essere un sex symbol, ma solo una buona attrice

Non sempre essere una celebrità può essere facile. La pensa così anche una star hollywoodiana del calibro di Scarlett Johansson che non ha dubbi in merito.

La biondissima Scarlett ha recentemente inviato di sua spontanea volontà una lettera all’Indipendent per difendere la sua privacy lamentandosi di quanto l’invadenza dei fan possa danneggiare la vita privata di un attore.

Scarlett scrive di non aver mai voluto diventare un sex symbol, ma solo una buona attrice: di certo si tratta di una definizione che comincia a starle un po’ stretta anche se è pur vero che nel corso degli anni la bionda attrice non sembra essere mai stata restìa ad alimentare la sua immagine di bomba sexy. Ma ora l’attrice newyorkese comincia ad essere davvero stanca dell’invadenza e soprattutto della maleducazione dei fan: non si lamenta della sua notorietà, ma osserva che questa tiri fuori il peggio della natura umana.

Scarlett Johansson fa la diva e fa infuriare la stampa italiana

Molto spesso anche quando si trova a cena con qualcuno, l’attrice nota che viene fotografata in continuazione e senza che nessuno le chieda il permesso. Alla maleducazione non c’è limite, ma Scarlett nota che le cose sono precipitate negli ultimi anni visto che qualche anno fa l’attrice conduceva una vita relativamente normale, fatta di scuola e amici, ma adesso i media sembrano essere ossessionati dagli attori giovani.

Scarlett Johansson spiega perché è finito il matrimonio con Ryan Reynolds

Solo pochi giorni Scarlett è stata fischiata dalla stampa italiana: a Roma per il lancio del film The Avengers, l’attrice (insieme al resto del cast) si è presentata con due ore di ritardo alla conferenza stampa a causa di un disguido con i bagagli all’aeroporto. E proprio in merito al film l’attrice si è lamentata della sua attillatissima tuta per interpretare la Vedova Nera che l’ha riempita di lividi per tutta la lavorazione del film.

Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>