Noemi spiega il motivo dei suoi attacchi di panico

di Fabiana Commenta

La cantante, terza classificata a Sanremo, racconta la sua paura di morire

Noemi ha sofferto di attacchi di panico. Vanity Fair dedica la copertina del nuovo numero alla cantante, 30 anni, terza classificata al Festival di Sanremo 2012 con la canzone Sono solo parole, scritta insieme a Fabrizio Moro, che racconta di come abbia cominciato a soffrire di attacchi di panico.

Noemi dice di aver sentito improvvisamente il battito fermarsi.

La vista le si è improvvisamente appannata, i rumori sono scomparsi.

Racconta così la sua paura di morire che l’ha colpita proprio poco prima della sua prova a Sanremo. Noemi spiega che molto probabilmente che il suo attacco di panico è stato dovuto allo stress eccessivo che le avrebbe provocato un crollo.

Dal ritratto emerge una ragazza che crede nelle proprie passioni, così tanto da staccare mai.

Noemi racconta che la preparazione per il Festival è stata molto stressante e che è cominciata addirittura prima di Capodanno. Il momento dell’attacco di panico è stato terribile per la cantante che si trovava in stanza insieme alla sorella Arianna e a Daniela, il suo ufficio stampa.

La cantante racconta di aver avuto il timore d’impazzire e di non esistere più, ma anche di aver preso l’incidente con filosofia. A distanza di qualche giorno Noemi riesce a ridere dell’accaduto e a ricordare il suo successivo attacco di panico prima della sua esibizione.

Alcuni l’hanno criticata sostenendo che avrebbe potuto dare di più durante la sua esibizione, ma nessuno sapeva ancora quello che ha passato.

Ora Noemi sembra aver fatto pace con il suo corpo, ma alcuni hanno attribuito la causa dei suoi attacchi di panico alla dieta che la cantante seguiva da novembre dopo aver smesso, per i troppi impegni, di fare sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>