Michael Jackson aveva paura di diventare povero

di Cristina Baruffi Commenta

Michael Jackson aveva il terrore di poter diventare povero e di essere costretto a lavorare in qualche catena di fast food per poter sopravvivere.

Il celebre sito di gossip americano TMZ racconta che Michael Jackson aveva il terrore di poter diventare povero e di essere costretto a lavorare in qualche catena di fast food per poter sopravvivere, spiegando che è stato proprio questo il motivo principale che ha spinto il Re del Pop a organizzare un nuovo tour internazionale.
Queste dichiarazioni ci vengono fornite da Karen Faye, la truccatrice di Micheal, la quale rivela a TMZ che la Pop Star si stava auto-sabotando per rimandare i 50 concerti previsti dal tour, attraverso un uso massiccio di farmaci e per poter affrontare le richieste impellenti dei suoi creditori.


La makeup artist racconta che Micheal si recava tre o quattro volte a settimana dal suo dermatologo (dottor Arnold Klein) e dava l’impressione di essere perennemente sotto effetto di sostanze stupefacenti, tanto che la Faye ha notato un momento di maggiore lucidità solo quando il Dott. Klein si è allontanato dalla Pop Star per qualche giorno.
Queste dichiarazioni saranno utilizzate durante il processo che si terrà il 24 marzo in cui il dottor Conrad Murray (il cardiologo indagato per omicidio) cercherà di dimostrare la sua innocenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>