Tanto sesso e dieta mediterranea per Sting

di Redazione Commenta

Sì, faccio molto yoga. Non sono un esperto di Tantra, ma so che consiste nell’inserire un elemento di sacralità in attività quotidiane come camminare, mangiare e fare l’amore..

Tanto sesso e dieta mediterranea, ecco il segreto del successo del celebre cantante Sting. Le indiscrezioni sulle sue tecniche seduttive furono rivelate per la prima volta nel 1998 nella biografia Sting – Demolition Man, ma allora l’ex-leader dei Police si era limitato a civettare al londinese Evening Standard: “Non nego e non confermo.

Sì, faccio molto yoga. Non sono un esperto di Tantra, ma so che consiste nell’inserire un elemento di sacralità in attività quotidiane come camminare, mangiare e fare l’amore”. Qualche anno fa poi, ci aveva pensato il suo amico Bob Geldoff a farlo passare agli onori delle cronache spifferando al mondo le sue quotidiane maratone sessuali. A poco sono servite le smentite della figlia Coco Summer.



Più di 20 anni dopo, l’interprete dell’indimenticabile Roxanne e vincitore di 16 Grammy Awards, conferma di avere diversi assi nella manica per combattere il passare del tempo. Secondo quanto riportato dall’autorevole sito tedesco di salute e medicina Lifeline, Sting ammette che grazie al tantra, riesce a provare piaceri finora mai sperimentati. L’antica disciplina indiana ha rinfrescato l’aria nella camera da letto del celebre cantante, dandogli nuovi spunti per condurre una vita sessuale veramente lussuriosa. Il segreto? Non aver alcuna vergogna, lasciarsi andare l’uno con l’altra e provare sempre nuove sensazioni. Scoprire i segreti del corpo del partner, massaggiarsi candidamente a vicenda, con l’ausilio di oli speciali, dalla testa fino ai piedi. Usare anche piume per portare all’apice la sensibilità della pelle.

Ma per poter mantenere certi ritmi, il “pungiglione” di Newcastle non si affida esclusivamente allo yoga che pratica da anni in compagnia della moglie l’attrice Trudie Styler, ma alla dieta mediterranea. E non potrebbe essere altrimenti visto che da tempo passa gran parte dell’anno nella sua villa vicino a Figline Valdarno (30 km a sud di Firenze). In un appezzamento di 350 ettari, come ci confermano gli americani di Usa Today, la rockstar, da sempre impegnata nella difesa dell’ambiente, produce olio extravergine di oliva, miele d’acacia e di castagno, marmellate, frutta e verdura oltre che, naturalmente, vino rosso di ottima qualità e che riempie gli scaffali di Harrod’s a Londra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>